fbpx

WooCommerce e Prestashop: quale software per e-commerce scegliere

In questo periodo storico, dettato da COVID-19, lockdown e quarantene, la vendita online tramite e-commerce è diventata ancora più remunerativa rispetto agli anni precedenti, aumentando il fatturato, e in molti casi, salvando dalla bancarotta diverse attività commerciali. Per quest’ultime, dunque, approcciarsi alla vendita online è diventato quasi obbligatorio. I social network, grazie alle loro vetrine, permettono un approccio facile, ma, per un’attività che si rispetti, avere a disposizione un software per e-commerce dedicato aumenta la percezione che il pubblico ha dell’impresa.

In questo articolo parleremo dei due più famosi software per e-commerce open-source: WooCommerce e Prestashop.

Questi due software si differenziano rispetto ad altre piattaforme, come Shopify o BigCommerce, grazie al fatto che si tratta di software che possono essere gestiti in tutta autonomia, senza essere vincolati ad un servizio specifico: con le sopracitate piattaforme è necessario pagare un canone mensile, mentre con software open-source, se il cliente avesse intenzione di svincolarsi dall’agenzia che ha realizzato il sito e-commerce, egli può tranquillamente continuare a gestire il software in totale autonomia.

Vediamo allora quali sono vantaggi e svantaggi di WooCommerce e Prestashop.

WooCommerce: il software per e-commerce perfetto per chi ha poche pretese

 WooCommerce è un componente aggiuntivo (plugin) gratuito per il CMS più popolare al mondo, ovvero WordPress.

Leggi anche: I CMS (Content Management Systems) più comuni per i siti web

Appoggiandosi su WordPress, un sito web che normalmente sarebbe costruito solo come sito vetrina o sito informativo diventa un e-commerce a tutti gli effetti.

Uno dei più grandi vantaggi di WooCommerce è l’elevatissima personalizzazione della veste grafica: grazie al fatto che si appoggia a WordPress, è possibile personalizzare completamente qualsiasi pagina del vostro e-commerce.

Inoltre, WooCommerce, utilizzando WordPress, ha un backend estremamente facile da usare e apprendere in poco tempo, offrendo, anche per un utente non esperto, un’interfaccia intuitiva e semplice da comprendere.

Gli svantaggi di WooCommerce:

  • Le caratteristiche di questo software si riducono all’essenziale, e sono assenti diverse cose che un software esclusivamente dedicato all’e-commerce presenta di base. Per ovviare a tali mancanze, sarà dunque necessario utilizzare ulteriori componenti aggiuntivi sulla sottostruttura di WordPress.
  • L’aggiunta di componenti aggiuntivi per rendere WooCommerce funzionale al livello di un software per e-commerce dedicato, alla fine, va a peggiorare la velocità del sito web stesso, soprattutto su server meno performanti e più economici. In generale, WooCommerce non brilla in termini di prestazioni, e al più è consigliabile mantenersi su circa un centinaio di prodotti caricati, dato che la struttura di base di WordPress non è originariamente pensata per gestire un gran volume di contenuti complessi come prodotti e categorie.

(Leggi anche: Le varie tipologie di hosting online per i siti web)

Prestashop: il software per e-commerce adatto alle imprese che hanno più esigenze

Prestashop è un software per e-commerce open-source sviluppato da Prestashop SA, azienda francese fondata nel 2007.

Essendo una piattaforma specificamente sviluppata per la vendita online, essa presenta caratteristiche di serie che permettono di cominciare a vendere in maniera efficiente da subito.

Tra i vantaggi, infatti, troviamo un’ottima gestione del catalogo prodotti, con possibilità di caricare sia prodotti come singoli o come combinazioni, come ad esempio vestiti di diverse taglie come unico prodotto, e dare a tali combinazioni variazioni sul prezzo base. Sono inclusi di base funzionalità per l’iscrizione alla newsletter, la possibilità di configurare corrieri e relative fasce di prezzi di spedizione in base a zone di spedizione o peso degli imballaggi, e una sottostruttura per la SEO, ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca.

Inoltre, essendo un software e-commerce dedicato, è possibile caricare una notevole quantità di prodotti senza che il sito subisca rallentamenti o cali di prestazioni durante la navigazione.

(leggi anche SEO: come ottenere risultati in tempi brevi)

Prestashop presenta alcuni svantaggi:

  • La personalizzazione grafica è piuttosto macchinosa e difficile da realizzare, ed è molte volte necessario agire direttamente sul codice per ottenere i cambiamenti desiderati, a differenza di WooCommerce, il quale, appoggiandosi a WordPress, gode di tutti i vantaggi da esso forniti a livello grafico
  • La gestione di caratteristiche aggiuntive è nettamente più costosa: infatti, la maggior parte dei moduli per Prestashop sono a pagamento, e alcuni di questi sono necessari per aumentare il tasso di conversione degli utenti, come moduli per la gestione dei carrelli abbandonati e sincronizzazione del catalogo prodotti con i social network quali Facebook e Instagram.
  • Il pannello amministratore, sebbene molto ricco di funzionalità, ha una curva di apprendimento piuttosto ripida, risultando essere non molto intuitivo per chiunque non abbia abbastanza esperienza in questo campo.

Concludendo

In conclusione, sia WooCommerce che Prestashop sono ottime soluzioni per vendere online, e la scelta dipende solo ed esclusivamente dalle esigenze dell’impresa.

Qualunque sia la scelta, Dusty Lab saprà sempre soddisfare ogni vostra richiesta.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
1
Salve, come possiamo aiutarti?
Powered by