Aumentare le conversioni e i click con Google Analytics

Con lo sviluppo sempre crescente dei nuovi media nel mondo, come Internet e i Social Media, il mondo del marketing ha visto nascere un nuovo ramo, chiamato Progress Marketing. Affinché si possa sviluppare una strategia di marketing efficace per un’azienda che si approccia a questi nuovi mezzi, multinazionali come Google mettono a disposizione diversi strumenti per analizzare tutti i dati relativi a un sito web.

Uno degli strumenti più importanti messi a disposizione è Google Analytics.

I dati di Google Analytics

L’interfaccia di Analytics permette di analizzare diverse tipologie di dati:

  • Diagramma riassuntivo che mostra i principali dati di affluenza utente sul sito in una determinata fascia di tempo. Questi dati includono: Utenti totali, Sessioni totali, Frequenza di rimbalzo e durata media delle sessioni. Per gli e-commerce, vengono anche tracciate le entrate e il tasso di conversione
  • Utenti attivi sul sito web in tempo reale: quanti utenti stanno visitando le pagine del sito web
  • Sorgenti di traffico: da quali canali il traffico proviene (ricerca organica, social, canali referral, link diretto)
  • Località delle visite: da quali paesi nel mondo le visite provengono
  • Dispositivi utilizzati dagli utenti: viene specificato, in percentuale, da quali tipi di dispositivi le visite vengono effettuate (desktop, tablet, mobile)

Analytics fornisce dati particolarmente dettagliati anche per i segmenti di pubblico: è infatti in grado di tracciare le fasce di età e il sesso delle persone che visitano il sito.

Inoltre, la sezione dei dati geografici è particolarmente dettagliata, mostrando non solo la nazione di provenienza delle visite, ma anche le province e i comuni.

Utilizzare i dati per capire e ottimizzare le strategie di marketing

Appena lanciato un sito web, Google Analytics procederà a raccogliere dati sulle visite. Ma, all’inizio, i dati non sono abbastanza cospicui per riuscire a dettagliare delle strategie efficienti.

Una volta che si procede ad avere un afflusso di utenza maggiore, analizzando i dati forniti, si può cominciare a dettagliare una strategia più idonea al tipo di attività in questione, osservando i dati demografici relativi a fasce di età, sesso, e località, e targettizzare specifici segmenti di pubblico.

Google Analytics, ovviamente, non è l’unico strumento necessario per costruire una strategia di marketing efficiente. Se, infatti, si considera la ricerca organica sui motori di ricerca, bisogna, a quel punto, studiare tecniche per l’ottimizzazione SEO e trovare le giuste parole chiave per le quali indicizzare il sito web.

Così come già accennato nel nostro articolo relativo al marketing, l’ovvio non esiste. Esso, infatti, non essendo una scienza definita, richiede una costante evoluzione delle proprie strategie per adattarsi ai nuovi trend di mercato.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
1
Salve, come possiamo aiutarti?
Powered by