L’importanza del refresh di un sito web

Per un’azienda, il sito web rappresenta il “biglietto da visita” digitale per eccellenza. Ogni qualvolta un utente cerca una determinata azienda sui motori di ricerca, il suo occhio cadrà sul sito web aziendale, e il suo aspetto visivo, sia a livello estetico che di UX (User Experience), sono un fattore determinante per far decidere ai potenziali clienti di contattare l’attività.

Se un’azienda possiede un sito web moderno e ben strutturato, è necessario che questo aspetto venga conservato nel tempo; di conseguenza, è di fondamentale importanza eseguire un “refresh” del sito web, in modo tale da rimanere rilevanti in un mondo che è alla costante ricerca di nuove tendenze.

Quindi, vediamo insieme quali sono i motivi fondamentali per eseguire un refresh del proprio sito web.

Refresh tecnologico

Le tecnologie web avanzano con il tempo, introducendo nuove caratteristiche e rimuovendo il supporto per quelle datate.

Per questa ragione, aggiornare il software del proprio sito web è un passo fondamentale, proprio per evitare di incappare in problemi di funzionalità e problemi di sicurezza: ad esempio, basti pensare agli aggiornamenti di PHP o alle API dei gateway di pagamento per un e-commerce: se trascurati, il sito web potrebbe portare a pagamenti falliti o errori interni del sistema.

Refresh estetico

Le tendenze in termini di design estetico di un sito web sono in constante movimento. Il design al giorno d’oggi è improntato principalmente sulla responsiveness per i dispositivi mobile, e questo fattore è di enorme importanza anche per i motori di ricerca, dato che i crawlers danno priorità a siti con design studiato per questi dispositivi.

Il refresh estetico riguarda principalmente un aggiornamento dell’aspetto visivo del sito web, donando una veste grafica più moderna, ma familiare, in linea con quella che è l’identità aziendale.

Inoltre, tenersi al passo con le tendenze estetiche è importante anche per porsi sullo stesso livello o anche in vantaggio sui competitors.

Leggi anche: Rebranding e Brand Update: le differenze

Refresh della UX (User Experience)

Con User Experience ci si riferisce all’esperienza di utilizzo del sito web da parte dell’utente finale. La facilità di navigazione di un sito, dunque, deve essere impeccabile. Con l’evoluzione sia delle tecnologie che dell’estetica, l’UX deve mantenersi al passo con i tempi. Di conseguenza, ciò che poteva essere una buona interfaccia utente anni fa potrebbe non funzionare al giorno d’oggi. Per questo l’esperienza di navigazione va rinfrescata in modo tale da aumentare le conversioni, e guidare i potenziali clienti verso aree specifiche del sito (come landing page, o una determinata categoria di prodotti per un e-commerce) o semplicemente facilitando la navigazione del sito web.

Inoltre, parallelamente al refresh della User Experience, è buona norma anche eseguire un refresh dei contenuti testuali del sito, sia per allinearsi con le novità del proprio settore che per favorire la SEO, riscrivendo i testi seguendo le ultime tecniche di indicizzazione.

Conclusioni

E’ buona norma eseguire un refresh di un sito web dopo circa 4 anni dalla sua realizzazione, mantenendo la struttura sicura e moderna, e garantendo una maggiore facilità di navigazione per l’utenza finale.

Per ulteriori informazioni, non esitate a contattarci.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
1
Salve, come possiamo aiutarti?
Powered by